Tante piccole curiosità sulla Formula 1

Col campionato di Formula 1 conclusosi, la prossima stagione parte con tantissime notizie interessanti che potrebbero cambiare il corso della competizione stessa.

Il problema della Ferrari in Formula 1

La Ferrari, anche nella scorsa edizione del campionato di Formula 1, non è riuscita a lasciare impresso un marchio indelebile così come accadeva circa un decennio fa, quando piloti del calibro di Schumacher riuscivano a portare la vettura rossa costantemente al trionfo.
Il team di meccanici ha sostenuto che, anche durante questa stagione, sembra che i problemi di tipo tecnico non siano venuti a mancare ed anzi, pare che questi si siano intensificati col passare delle giornate.

Proprio per questi motivi il portavoce del team italiano ha sostenuto come, nel corso dei prossimi mesi, verranno studiati nuovi sistemi che permetteranno alla Ferrari di poter essere una scuderia competitiva come lo era in passato, senza che ci possano essere delle scuse che giustificano gli insuccessi ottenuti fino a questo momento. Pertanto ci sarà da aspettarsi diverse modifiche nelle vetture rosse che prenderanno parte alla prossima stagione della competizione.

Hamilton, il vincitore senza titolo

Lewis Hamilton non è riuscito a conquistare nuovamente il titolo di campione del mondo, lasciandolo a Nico Rosberg, che segue le orme di suo padre dopo 34 anni dalla vincita del titolo da parte del genitore.

Il pilota di Formula 1, ex campione e vice campione nell’edizione 2016 del campionato, è stato eletto come il miglior pilota dell’annata e delle ultime edizioni della competizione.
A votare sono stati i diversi team che prendono parte alla competizione: Hamilton si classifica di fronte al campione del mondo ed a Vettel, scavalcandoli di parecchio nelle preferenze espresse da parte delle scuderie.

Un titolo secondario anche per Hamilton ed una certezza ottenuta nel corso della stagione: egli è uno dei piloti che fa maggiormente gola a tutte le altre scuderie, che a quanto pare firmerebbero anche carte false per poter assicurarsi la presenza del campione nel proprio team prima dell’inizio della prossima stagione di Formula 1.
Hamilton sembra però non essere intenzionato ad abbandonare la McLaren dopo solo un anno di presenza in questa scuderia, anche se i risultati positivi non sono stati importanti come quelli ottenuti con la Mercedes.

Rosberg ed Hamilton: solo rispetto tra i due

Dopo aver ottenuto il suo primo titolo mondiale di campione di Formula 1, Nico Rosberg ha rilasciato diverse interviste che riguardano il suo futuro e soprattutto la situazione nella Formula 1.
Il nuovo campione del mondo ha sostenuto che, riuscire a costruire questo importante traguardo giorno dopo giorno, è stato un percorso importante ed intenso: tutti i sacrifici che ha dovuto compiere sono stati ripagati in maniera completa, visto il suo recente successo.

Nico Rosberg si è anche soffermato sulla sua rivalità con Hamilton, sostenendo che tra i due vi è solo rispetto è competizione sportiva. Ma Rosberg ha anche messo in chiaro un dato molto importante: tra i due non vi è alcun rapporto d’amicizia. 

Solo poche parole scambiate e gli auguri per il suo titolo: sono questi i pochi concetti che Hamilton ha espresso nei confronti del nuovo campione del mondo, con Rosberg che ha spiegato che creare un rapporto con Lewis è molto più complesso che vincere il titolo di campione del mondo di Formula 1.